• Dialoghi,  Design

    Claudio Bitetti, punto.

    Notes per Mogg 3

    Il Pensiero che diventa Forma.  “Un giorno, in un’officina di fabbri posai una lampadina su un guanto appoggiato su di un bancone: involontariamente quel guanto si trasformò in un ironico svuota tasche. Oggi con questo progetto desidero ringraziare tutti coloro che, con le loro mani dense di conoscenza e sapienza, quotidianamente concretizzano i miei sogni e deliri”.Così scriveva una ventina d’anni fa Claudio Bitetti per narrare la genesi di Mimì, un portaoggetti da parete prodotto da Minottiitalia, e ci sembra di poter dire che in quelle poche righe siano condensati gli elementi che caratterizzano il suo lavoro: uno sguardo ironico, e decisamente fuori dal comune, sulla realtà che è sotto gli occhi di tutti ma che lui sa trasformare attraverso…

  • Interni,  Design

    E se non fosse solo decoro?

    Instabilelab Custom me Textile 03 e1647356792700

    La scelta di un tessuto può influenzare la qualità dell’abitare? Ci risponde il Feng Shui: sì! Tessuti e tappezzerie hanno giocato un ruolo fondamentale nella storia e nell’arte arrivando ad esprimere gusti e scelte ornamentali di varie epoche, latitudini e censo caratterizzandosi in differenti “stili”.Nel corso degli anni si sono diffusi i più svariati tessuti e carte da parati con motivi ispirati al mondo vegetale, fantasie geometriche o astratte, in innumerevoli tonalità di colore.I tessuti e le carte da parati sono stati, e continuano ad essere, fondamentali per creare bellezza, unicità e benessere all’interno degli ambienti.Evocatori, un tempo, di immagini collegate ai concetti di distinzione e sontuosità, simboli di una caratura sociale elevata, oggi questo tipo di finitura obbedisce ai…

  • Dialoghi,  Design

    Giovanna Azzarello: quei dettagli che rivelano la differenza.

    Libreria Infinity pre Orsenigo cover

    La visione a trecentosessanta gradi di una signora del design. È curioso come talvolta il destino, l’universo o la natura (come vogliamo chiamarli?) offra su un palmo della mano e con incredibile tempismo quelle parole che, all’atto della stesura dell’introduzione al lavoro di una professionista nel campo dell’architettura e del design quale è Giovanna Azzarello, faticosamente si cercavano.Il rischio in questi casi è di operare una estrema, sebbene non superficiale, “riduzione” è sempre notevole, ma in quest’occasione è venuto in aiuto uno scritto di Francesca Molteni che, dalle pagine dell’inserto “D” di Repubblica del 22 gennaio scorso, così racconta di Gae Aulenti, a dieci anni dalla sua scomparsa: “….disegna tutto, Gae, sempre sola, senza soci né sodali….”.E ancora, citando testualmente…

  • Design

    Può un’idea diventare prodotto?

    CTline 00

    Una conversazione sul marketing della creatività. Come farsi venire un’idea? Può bastare una bella intuizione? E poi, è questione di talento personale oppure esistono altri fattori in grado di sollecitare l’ispirazione? Potrebbe oggi essere sufficiente, per un’azienda, puntare sull’innovazione e, solo per questo, considerarla fattore vincente?La risposta è probabilmente scontata: non basta la sola idea, per quanto ottima, a diventare “prodotto”. Occorre affidarsi ad un percorso strutturato per non perdersi in pensieri astrusi, lambicchi mentali, autocelebrazioni; oggetti forzatamente originali, artificialmente estetizzanti e infine inutili perché un’azienda decida di produrli e introdurli sul mercato.Non c’è alternativa, occorre stimolare la creatività ma, soprattutto, essere in grado di farla rientrare in un itinerario concreto di “realizzazione del prodotto”, sia esso oggetto fisico, sia…

  • Dialoghi,  Architettura,  Design

    Dainelli Studio: al di là delle mode

    Dainelli Studio Sirecom collection 2020 Faces Reloaded 02 e1644256143482

    Una grande passione per le tracce del passato ed un “religioso” rispetto per i segni lasciati dal tempo: sono la base dei progetti di Marzia e Leonardo Dainelli.   La prima impressione è davvero quella che conta? Non è esagerato sostenere che, in questo caso, sì!Avevamo   avuto   la  sensazione,   già  al  tempo  del   nostro  primo incontro,  che Marzia e Leonardo Dainelli fossero due persone di raffinata semplicità e sincera accoglienza, ancor prima che stimati protagonisti nel settore dell’interior e del product design.L’opportunità di conoscerli ci era stata offerta nel settembre scorso, in occasione di un press day presso la sede milanese di Dainelli Studio e durante il quale è stata presentata la collezione Monoscopio, realizzata in collaborazione con Ceramiche Bardelli. “Galeotto”…

  • Aziendesign,  Design

    Aziendesign #4: Mille997

    DecorazioneSuLegno MILLE997 Pagina 03

    Chi semina raccoglie (se si coltiva con pazienza) “Mi chiamo Govi Francesco, abito a Reggio Emilia, sono tecnico informatico, ho una laurea triennale in Marketing e gestione d’impresa e, sin da subito, mi sono catapultato nel mondo lavorativo imprenditoriale”.Un approccio semplice,  e contemporaneamente “magnetico,” quello che abbiamo avuto on line con il fondatore della startup Mille997 con sede a Sassuolo, nel modenese.Francesco Govi ci parla della sua attività nel panorama dell’interior design come se si trovasse di fronte ad una severa commissione esaminatrice. E il fatto si spiega da sé: non è da molto che ha completato gli studi perché Mille997 non identifica l’anno di nascita dell’azienda bensì quello del suo titolare. Francesco, 24 anni, riesce a trasmettere, anche in…

  • Dialoghi,  Architettura,  Arte,  Design

    Raccolte

    folder Rassegna

    folderassegna 2021part 3 the year’s most read …Io lavoro di notte: quelle notturne sono le ore a me più congeniali perché non sono disturbato e riesco a lavorare con continuità. Con lo scorrere delle ore prendo un ritmo sempre più veloce finché arrivo a quel momento particolare, tra 5 e le 6 del mattino, in cui la mia resa è paragonabile quasi a quella di un intero pomeriggio… Fabrizio Musa: vivere nella bellezza …ma è la Fiera live con le sue relazioni a liberare l’adrenalina: la possibilità di toccare e soppesare gli oggetti, di prendere le misure o informarsi su pezzi o epoche, il faccia a faccia tra operatore e acquirente … L’Antico alla conquista dello spazio (domestico) …essere un…

  • Design,  Interni,  Office Interiors,  workplaces

    Spazi fluidi

    devn JmmXKlJ8MKQ unsplash

    (conosciuti e ri-conosciuti): parte seconda Come abbiamo già anticipato nell’articolo precedente (Spazi fluidi: parte prima) il contesto che rappresenta il nostro luogo di lavoro, sia esso l’abitazione, l’ufficio o un’azienda, influisce sulle nostre prestazioni.Nel caso dello smart working assistiamo ad un rafforzamento dei legami che già sono forti, che appartengono alla cerchia dei nostri familiari e amici, ma che rischia di indebolire di molto quelli già deboli, di ridurre sempre più le conoscenze estemporanee nate nell’occasione di incontri casuali, altrettanto importanti per la nostra sfera sociale.L’effetto è quello di ridurre e frammentare le interazioni dovute alla comunicazione virtuale che prende il sopravvento (Mark Granovetter, “La forza dei legami deboli”, 1973).  E il futuro cosa ci riserva? Lo smart working diventerà…