• Dialoghi,  Architettura,  Design

    Gumdesign(parte seconda):La casa di pietra

    AL Showroom 2020 10 07 Pedana 6 41 e1632146965220

    Da mostra temporanea a mostra itinerante e, infine, a impresa saldamente ancorata al territorio nazionale: Laura Fiaschi e Gabriele Pardi ci parlano del progetto “La casa di pietra” che a settembre ha compiuto 7 anni. Uno spin-off dall’intervista principale (GUMDESIGN parte prima: i “solidi” racconti) per raccontare un progetto che, nato nel 2014 come evento culturale temporaneo, si è trasformato, in modo del tutto imprevisto, in un’occasione creativa sempre più estesa in cui design e artigianato si fondono nella realizzazione di collezioni di piccoli oggetti per la casa. Protagonista è la pietra, sapientemente lavorata dai maestri artigiani, che si accoppia di volta in volta con materiali diversi (vetro, metallo, pelle, legno…) e altrettanto sapientemente lavorati dalle mani esperte di artigiani…

  • Dialoghi,  Architettura,  Design

    Gianluigi Landoni: critico, ma con passione!

    Vibieffe 200 cube Cover

    Il forte interesse per i materiali, il riferimento ai Maestri ed una visione precisa sul futuro del settore: l’architetto Gianluigi Landoni ci restituisce il suo sguardo sul mondo contemporaneo del design. Si inizia l’intervista on-line con un simpatico commento sulla sua barba da “saggio”, molto più lunga rispetto a come compare nelle recenti immagini reperibili su di lui nel web, e si finisce dopo novanta minuti con l’impressione di aver aggiunto pezzi fondamentali di quel puzzle che pian piano stiamo costruendo e cercando di restituire sul mondo del design italiano attraverso i dialoghi con alcuni dei protagonisti.Gianluigi Landoni, classe 1958, vive e lavora nella provincia di Varese.Il suo Studio multidisciplinare si muove attualmente tra product e interior design con una…

  • Design

    Siamo stati Fuori, siamo stati Super (Salone)

    SuperSalone Edizione 2021 2 e1631786341916

    Ad una settimana di distanza dalla chiusura riportiamo le nostre impressioni (e riflessioni) sulla kermesse milanese. Innanzitutto vorremmo sfatare la leggenda metropolitana diffusasi “su al Nord” secondo la quale il Supersalone si potesse tranquillamente girare in un paio d’ore: a noi non ne sono bastate cinque e ancora ci sarebbe stato da vedere, analizzare, ascoltare… L’impressione immediata è stata quella di una sobria e confortante compostezza: come note musicali diverse sulle uniformi righe di un pentagramma, messe lì con lo scopo di creare quell’unione necessaria per far risuonare una rasserenante melodia, le aziende con i muscoli in crescita si sono potute “democraticamente” confrontare ad armi pari con quelle che sfoderano già da anni un “fisico” più allenato e strutturato.E se qualche…

  • Architettura,  Design

    Una mattina al museo

    Foto ADI Low 2459019

    Una guida d’eccezione ci accompagna nella visita dell’ADI Design Museum inaugurato Milano lo scorso 25 maggio: Umberto Cabini, Presidente Fondazione ADI Collezione Compasso d’Oro e vicepresidente Associazione ADI. La visita inizia “fuori”. Una breve sosta nella piazzetta antistante l’edificio, intitolata al Compasso D’oro, ci fa respirare un’aria di sacralità: i rumori di una Milano che è tornata a ruggire arrivano attutiti davanti a questa sorta di sagrato.Occorre prendersi del tempo per percorrere questo tempio del design e si può anche decidere di entrarvi senza visitarlo nelle sue esposizioni, unicamente per ammirare l’architettura di un edificio esempio di archeologia industriale, attraversando lo spazio della galleria che collega la piazzetta a via Bramante decidendo semplicemente di sostare nella caffetteria oppure nel bookshop…

  • Interni,  Design

    Raccontami di te

    2419002 VR 2 e1627377526114

    Gli oggetti parlano di noi e a noi. Avreste mai pensato di essere circondati da oggetti che parlano di voi, svelando retroscena, storie, segreti che mai avreste voluto raccontare?Ogni nostra scelta in qualche modo ci mette a nudo e gli oggetti giocano il ruolo di protagonisti spesso inaspettati.Nella quotidianità gli oggetti raccontano di noi: incontrandoli possono offrirci un duplice canale di lettura. Rivelano il rapporto che instaurano con noi, in maniera funzionale o “psico-patologica”, e possono parlare di noi, ovvero essere testimoni della nostra vita psichica ed emotiva. Curiosando nella letteratura e nella filmografia troviamo numerosi lavori interessanti sulla Psicologia degli oggetti di uso quotidiano.Il rapporto dell’uomo con l’ambiente che lo circonda è stato indagato in un simpatico lavoro dello…

  • Aziendesign,  Design

    Aziendesign#1 : MARAC

    Avallon 2

    Il piacere è tutto mio ! “Cominciamo sempre con la realtà e poi ci sovrapponiamo la fantasia: è in questo modo che realizziamo i nostri prodotti”.È la voce seria e cordiale di Giorgio Fulgosi (direttore commerciale di Marac) che ci intrattiene nella conversazione online che abbiamo organizzato qualche giorno fa. Ed è sempre lui a sintetizzarne la storia: risale al 1969 il battesimo di Marac. Oggi l’azienda non ha più i calzoni corti ma ha mantenuto la freschezza di spirito, la perizia del mestiere e la vitalità del linguaggio espressivo che ne fanno un marchio riconosciuto nel mondo del furniture. Realtà e fantasia sono quindi gli elementi che appartengono all’approccio filosofico dell’azienda, governata ancora oggi dalla stessa partitura familiare.L’originalità e…

  • Dialoghi,  Design

    Bartoli Design: il metodo, innanzitutto!

    CarloBartoli Gaia Arflex 0cover

    Ci accolgono on-line nella sala riunioni del loro studio monzese i designer Anna e Paolo Bartoli, fratello e sorella: indossano la mascherina e tengono un distanziamento tale che nello svolgere successivamente la registrazione dell’intervista i loro visi si vedono appena, relegati ai lati dell’inquadratura. L’istantanea impressione di professionale rigore sarà confermata in ogni momento del piacevole dialogo che è seguito, un viaggio di due ore nel mondo del design italiano.

  • Design,  outdoor

    L’outdoor: aspirazione o privilegio

    outdoor

    Quando lo spazio esterno diventa protagonista della nostra immaginazione Non dobbiamo più sorprenderci: anche lo spazio esterno è casa. E le persone, pur avendolo già da tempo compreso per proprio conto, ultimamente se lo sentono ricordare da schiere di articoli sui giornali e da svariate firme di architetti famosi: così non abbiamo più dubbi.Fatte le debite proporzioni, lo spazio esterno è assurto a pari dignità e funzione dell’ambiente domestico.Ce lo rivelano le “intenzioni d’acquisto” di chi cerca un nuovo alloggio: è un fenomeno, quello dell’outdoor, presente ormai da qualche anno e più volte confermato da chi si occupa di compravendite residenziali.L’elemento di novità, purtroppo, è rappresentato da questa pandemia che ha repentinamente moltiplicato le metriche di un trend già ampiamente…

  • Dialoghi,  Design

    Brianza-Cina: la via del design

    cover

    A Meda, terra di antiche tradizioni di mastri mobilieri, lo Studio Seveso&Trezzi Architetti racconta l’esperienza con l’altra parte del mondo. Marco Seveso e Gigi Trezzi lavorano insieme dal 1982, anno in cui vinsero il concorso “Un divano per gli anni 80” con il progetto “Topolino” poi prodotto da Felicerossi.È l’inizio di una collaborazione dello Studio con marchi italiani di arredo e design  (Saporiti Ycami, Porada, Citterio, Felicerossi)  e di una carriera ricca di premi e riconoscimenti che valgono, nell’anno 2000, l’inserimento dei loro nomi nel libro “Il design in Italia dell’arredamento domestico” edito da Allemandi. Alla fine degli anni ’90 l’interesse si sposta su progetti di architettura e design urbano e, agli inizi degli anni 2000, inizia la collaborazione con…

  • Design

    60 anni di Salone Internazionale del Mobile: un amarcord

    amarcord

    Un compleanno importante, ma per adesso manca ancora il festeggiato.Nei giorni storicamente deputati per il “Salone” si resta in nostalgica attesa dell’evento in una insolita versione autunnale. Sono trascorse poche settimane dall’accorato appello rivolto al Governo da parte degli organizzatori del Salone Internazionale  del Mobile: a pochi mesi da una tanto ipotetica quanto agognata edizione autunnale per il 2021, è immediato il riaffacciarsi alla mente, per i professionisti del settore o anche per chi solo si è appassionato al tema, di quella sensazione di smarrimento causato dalla cancellazione nello scorso anno della manifestazione che ha ormai assunto una risonanza internazionale.Mese della Pasqua e dei primi tiepidi soli primaverili, aprile è,  da 60 anni a questa parte, anche il mese del…