cover2
Interni,  Residenziale

« VIVERE A COLORI »

Influenzano il nostro stato d’animo e intervengono sulla nostra fisiologia:
i colori sono i nostri compagni di viaggio.

L’ambiente che ci circonda, attraverso le sue innumerevoli forme e colori, influenza le nostre emozioni, il nostro benessere e di conseguenza il nostro modo di essere e di agire.
Il Feng Shui, disciplina orientale nata in Cina circa 3000 anni fa, studia in maniera approfondita l’effetto della luce e del colore sulla psiche e sull’organismo.
Il colore è energia e, come tale, vibrando in assonanza con il nostro corpo, può contribuire a riequilibrarlo.
I colori ci accompagnano fin dall’antichità. Nell’antica Roma il colore era ovunque.
Si affrescavamo le pareti e i soffitti delle case ma anche templi, statue e palazzi. I romani utilizzavano i colori legati alla natura, al mondo circostante (il giallo del sole, la spiga dorata del grano, il grigio plumbeo del cielo).
La natura ci ispira continuamente con i suoi colori che  assumiamo costantemente  attraverso l’ambiente: il cibo e spesso la scelta di un colore o di una forma sono dovuti, se pur incosapevolmente, allo stato psico energetico nel quale ci troviamo in quel preciso momento. Il Feng Shui tiene conto, per armonizzare l’ambiente nel quale viviamo, del nostro stato energetico e dei nostri bisogni in quel dato momento e in un quel particolare contesto.

vivere a colori 7

Possiamo utilizzare il colore per far crescere il livello di energia nella nostra abitazione, per creare ambienti salubri e vitali.


I colori sono potenti, influenzano le nostre vite, ecco perchè non dovremmo farci attirare unicamente dalle mode.
La casa andrebbe realizzata come un abito sartoriale realizzato per noi e per le nostre specifiche esigenze. Abbiamo bisogno di nutrire le nostre case con elementi che ci facciano stare bene e che siano in sintonia con noi.
Il Feng Shui ci ricorda che siamo uniti all’ ambiente attraverso i nostri meridiani (medicina cinese) quindi possiamo usare la casa per agire in maniera più profonda su noi stessi e sugli aspetti della nostra vita che desideriamo cambiare.
Nel Feng Shui esiste l’idea della complementarietà, dello yin e dello yang, le due forze che governano il mondo e a cui tutto viene fatto risalire. Lo yang riguarda l’espansione, la luce; mentre lo yin è legato al buio, all’introspezione. Attraverso l’interazione di queste due forze possiamo cambiare l’energia di un ambiente.
Anche la casa viene suddivisa in due aree principali a seconda delle funzioni che ospita : la zona yin piu intima e raccolta e  quella  yang piu attiva e dinamica .
La casa può essere suddivisa in ulteriori aree o « stanze » a seconda della sua posizione nello spazio e quindi in base alle direzioni  cardinali che le fanno assumere caratteristiche diverse.
La natura ha dei cicli di espansione (energia sud) e di contrazione (energia nord). Il nord è un’energia molto tranquilla, c’e poca luce, fa più freddo. Il sud corrisponde alla parte della casa dove c’è più vitalità.

 

vivere a colori 9

Nel Feng Shui si parla della Teoria dei cinque elementi o cinque energie : legno, fuoco, terra, metallo, acqua.

Sono le cinque simbologie con le quali i cinesi identificano la realtà in continuo cambiamento. Ad ogni fase è associato un colore, una energia, un materiale, una direzione cui corrispondono determinate caratteristiche.
Tali energie interagiscono fra di loro  attraverso il Ciclo di creazione e il Ciclo di controllo. Se in un determinato settore della casa abbiamo un eccesso di una certa energia possiamo agire sull’energia contrapposta che la controlla  in modo da  indebolirla. Oppure, se un’energia è carente o assente, possiamo andare a crearla ristabilendo l’equilibrio.
Tutte le energie andrebbero rappresentate ma possiamo decidere di favorirne una in particolare perché è quella che risulta più utile per noi in quel determinato momento.
L’energia acqua, che rimanda principalmente ai colori blu e nero, corrisponde al massimo dello yin, della introspezione. Nella casa la zona acqua si trova a nord, dove è presente una energia tranquilla. Qui è preferibile situare le stanze da letto  in quanto il sonno è uno degli aspetti più yin della vita e viene favorito dall’energia acqua e dalla scarsità di luce naturale.

Il bianco e i grigi sono associati all’energia metallo che favorisce la concentrazione e la meditazione.
Il giallo, l’arancione e i colori terrosi corrispondono all’energia terra che si rivela stabilizzante ed equilibrante, adatta alla ricettività.
Il verde e l’azzurro sono associati all’ energia legno, che è una energia vitale, fresca e dinamica.
Il rosso è associato all’energia fuoco che è un’energia molto attivante.
In generale i colori Yang (accesi come il rosso, il giallo e l’arancio) sono attivanti sia psichicamente sia fisicamente, mentre i colori yin (come il blu, l’azzurro, il verde con tonalità pastello) sono rilassanti.
E’ riduttivo usare lo stesso colore per ogni area della casa in quanto i vari settori hanno energie diverse legate alle differenti direzioni, ma anche all’interno delle singole stanze è auspicabile differenziare le diverse aree con colori differenti a seconda delle diverse attività.
Ad esempio, una camera potrebbe avere bisogno di un colore attivante che stimoli la creatività  nella zona dedicata allo studio e di un colore più tenue e rilassante in un’altra area della camera destinata al riposo.

Sono considerazioni di carattere generale in quanto non esistono regole assolute, valide per tutti, occorre sempre cosiderare la persona che vive in quello spazio così da saper creare il giusto nutrimento per lui e la sua casa. Una persona potrebbe avere bisogno di energia attivante in un determinato periodo in quanto magari affaticata e scarica (colore rosso, energia fuoco, stimola le attività) e un’altra, invece, di energia calmante e rilassante: in questo caso useremo un colore yin riposante.
Esiste una serie di colori intermedi e di sfumature che ci possono aiutare a bilanciare ed armonizzare uno spazio. In natura infatti assistiamo a svariate sfumature di colori: pensiamo solo ai diversi tipi di verde.
Ogni colore ha un suo obiettivo. Il corpo si può riscaldare o raffrescare con i colori. Il blu è un colore calmante e rinfrescante, trasmette quiete e tranquilità.

 

Il turchese è rilassante, potrebbe essere usato per la zona notte, in particolare nella stanza dei ragazzi. Il rosa è considerato un colore che lenisce l’aggressività. L’indaco rosato lavora molto sulla possibilità di calmare gli animi. L’arancione è il colore dell’accoglienza. Il giallo è uno stimolante psichico, aiuta la creatività. Si può anche intervenire, con dei tocchi di colore a seconda della necessità, scegliendo quanta tinta portare in quell’ambiente.
Il bianco è ordinato e pulito ma anche monotono e freddo, può affaticare l’occhio. Sarebbe meglio non utilizzarlo da solo in quanto può provocare problemi di abbagliamento.
Il verde rappresenta la natura. E’ rassicurante, rinfrescante. Le tonalità abbastanza chiare vanno bene nelle stanze da letto per favorire il riposo. E’ ottimo per le sale d’attesa. Sugli occhi ha un effetto benefico e calmante.
Il nero andrebbe usato a piccoli tocchi e per certi momenti.
Il violetto favorisce la spiritualità e aiuta nella meditazione. In casa potrebbe essere utilizzato in piccole quantità a sottolineare o spegnere un altro colore.
A volte può essere utile utilizzare  un monocolore per creare particolari effetti scenografici.

Molti studi dimostrano come i colori abbiano un potere terapeutico: ne è un esempio la cromoterapia, utilizzata sempre più spesso per migliorare la qualità della nostra energia.
La medicina orientale ci ricorda che un disequilibrio emozionale può farci ammalare:  per questo motivo diventa molto importante lavorare anche sul piano energetico. L’architettura e le opportune scelte progettuali possono favorire il buon equilibrio

Soprattutto i luoghi dedicati alla cura delle persone (ospedali, case per anziani) dovrebbero essere pensati per il benessere non solo dal punto di vista fisico ma anche facendo attenzione a tutti gli altri aspetti emozionali, psichici, energetici.

Sarebbe auspicabile rivedere gli spazi terapeutici attraverso l’uso consapevole di luce e colore ma anche attraverso l’utilizzo di forme e materiali più naturali e sani. L’idea è quella di creare luoghi dove le persone possano sentirsi come a casa.
Possiamo cominciare a mettere in pratica nelle  nostre case le conoscenze millenarie del Feng Shui sperimentando con serenità e allegria forme e colori, percependo i vari effetti che le diverse scelte producono su di noi e sul nostro ambiente, con la consapevolezza che possiamo intervenire in maniera attiva ed efficace per creare un ambiente favorevole alla nostra crescita personale e alla realizzazione dei nostri progetti.

s f o g l i a l a g a l l e r i a

close
folderonline antracite

Hey, ciao 👋
Piacere di conoscerti.

Iscriviti per ricevere contenuti fantastici nella tua casella di posta, ogni settimana.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.