Il verde è ornamentale 19 1
Architettura,  outdoor

Il verde è ornamentale?

Un punto di vista contemporaneo sulla progettazione del verde.

La domanda è di quelle a cui è facile dare una risposta. A volte viene il dubbio che si tratti di “verdeornamentale”, una sola parola, tanto è percepito come un ornamento. In tutto questo non ci sarebbe nulla di grave, se l’atto di ornare la nostra vita con il verde non fosse considerato l’unica soluzione possibile, un normale destino segnato e a senso unico del rapporto tra uomo e natura.

L’essere umano usa il verde per migliorare l’aspetto di edifici, autostrade e appartamenti, punto e basta.

Il verde è ornamentale 10

Non si è qui a dire che dobbiamo smettere di usare la natura per farne un giardino di delizie o come completamento di un terrazzo appena ristrutturato, al contrario. È anche vero, però, che non possiamo più avere un solo punto di vista consolidato e rassicurante.

Dobbiamo cercare nuove strade, alcune delle quali semplici al punto che non diamo loro molto credito.

Dobbiamo risolvere urgenze ed emergenze che sono parte del nostro rapporto con la natura, la questione del soil sealing davanti a tutte le altre. Il soil sealing è, letteralmente, la sigillatura del suolo. L’impermeabilizzazione globale del territorio è causato da una serie di fattori che si ripetono in tutto il mondo: l’incremento delle costruzioni residenziali ed industriali, l’ampliamento della rete stradale e ferroviaria, la creazione di infrastrutture per lo sviluppo del settore terziario e del settore terziario avanzato.

Il verde è ornamentale 1 1

Per farla breve, se la superficie terrestre è sempre più impermeabilizzata, l’acqua piovana non sa dove andare, perché non c’è la permeabilità del suolo ad accoglierla, ma l’asfalto e i tetti degli edifici.
Ecco le inondazioni e le tracimazioni. Ecco la necessità di ridurre le acque superficiali che si trasformano in eccessi idrici. Per non parlare di quanto diventi scadente la qualità del suolo che è costretta a permanere sotto la sigillatura globale, perché la sua fertilità e i suoi scambi gassosi terra/atmosfera sono molto scarsi e rendono la sua struttura non stabile (ecco gli eventi franosi). 

Il verde è ornamentale 16

In tutto questo che cosa può fare il progettista?

Potrebbe cominciare a scopiazzare la natura a mani basse. Potrebbe anche fingere di progettare il “verdeornamentale” a misura d’uomo, mentre, in realtà, lavora al servizio della natura. La progettazione di un tetto verde diventerà, quindi, un modo per rallentare l’arrivo della pioggia sull’asfalto. Il disegno di ogni vasca di un terrazzo sarà un gesto a favore della regimazione delle acque. La superficie interamente drenante di un parcheggio scongiurerà la formazione di un’isola di calore, così come un prato progettato senza obbligo di continui sfalci, per preservare la biodiversità.
Ogni aiuola comunale rappresenterà un esercizio progettuale e ornamentale, un gesto per ribadire con fierezza che noi siamo quelli dei giardini rinascimentali più belli del mondo, ma sarà anche il modo più elegante per intercettare l’acqua piovana, permettendole di percolare secondo i suoi tempi, quelli naturali.


s f o g l i a l a g a l l e r i a


close
folderonline antracite

Hey, ciao 👋
Piacere di conoscerti.

Iscriviti per ricevere contenuti fantastici nella tua casella di posta, ogni settimana.

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.