DecorazioneSuLegno MILLE997 Pagina 03
Aziendesign,  Design

Aziendesign #4: Mille997

Chi semina raccoglie (se si coltiva con pazienza)

“Mi chiamo Govi Francesco, abito a Reggio Emilia, sono tecnico informatico, ho una laurea triennale in Marketing e gestione d’impresa e, sin da subito, mi sono catapultato nel mondo lavorativo imprenditoriale”.
Un approccio semplice,  e contemporaneamente “magnetico,” quello che abbiamo avuto on line con il fondatore della startup Mille997 con sede a Sassuolo, nel modenese.
Francesco Govi ci parla della sua attività nel panorama dell’interior design come se si trovasse di fronte ad una severa commissione esaminatrice. E il fatto si spiega da sé: non è da molto che ha completato gli studi perché Mille997 non identifica l’anno di nascita dell’azienda bensì quello del suo titolare. Francesco, 24 anni, riesce a trasmettere, anche in via digitale, passione, entusiasmo, amore per i materiali e per le tecniche di lavorazione cui accenna orgoglioso ma che vuole, giustamente, mantenere segrete: perché, come appare nel logo aziendale, Mille997 è “nata per stupire”. Fondata nel 2020, poco prima della inaspettata e quasi totale chiusura delle attività a seguito della pandemia da Covid 19, Mille997 affronta con forte tenacia giovanile il prolungato periodo di lavoro che anticipa l’esordio ufficiale, con meritevole successo di pubblico, nel settembre 2021 all’edizione del Fuorisalone.

ritratto di Govi Francesco Mille997

Protagonisti sono due pezzi unici, presentati per l’occasione, che si distinguono per il differente utilizzo dei materiali: è sempre lui, il tavolino “Archivio”, quello esposto e realizzato in collaborazione con lo studio CARA\DAVIDE   ma, l’uno è ricavato da un’unica lastra di recupero di marmo Calacatta viola, tagliata e riassemblata, l’altro  è analogamente riportato alla vita lavorando una splendida “tavola” di Quarzite verde lapponia.
Sì perché la possibilità di impiegare, per gli oggetti d’arredo, il materiale marmoreo e lapideo di recupero -pregiate rimanenze di precedenti lavorazioni depositate presso i magazzini degli “indotti” che gravitano attorno a cave toscane e veronesi-  è alla base della filosofia aziendale di  Mille997: un punto di partenza che dopo 18 mesi aveva  già allargato i confini con l’ avvio di ulteriori linee di produzione/decorazione raccolte in distinti cataloghi messi a disposizione nello spazio web.
La collezione MarmoReal presenta tavoli e tavolini con base in metallo verniciato e top ricavati da lastre di marmo e pietre che Francesco ci racconta con orgoglio “provenire da lotti selezionati in base a criteri di esclusività e rarità che li identificano come pezzi unici” (Bronzite, Ceppo di Grè, Sahara Noir, Amazzonite, Portoro, Onyx, Calacatta, Statuario,…).

Nelle collezioni di carte da parati (Natural Mood, Botanical Party, Geometric Vibes) l’espressione grafica parte sempre dall’indagine sul mondo dei materiali naturali (marmi, pietre, metalli, legno) per arrivare alla realizzazione di scenografici effetti superficiali, di forte impatto emozionale, studiati ad hoc e pertanto unici.
Particolari e suggestive soluzioni decorative tratte dall’ambiente naturale: sono materiali preziosi quali onici ed alabastri che vengono proposti dall’Azienda anche nella collezione VITREA.
In questo caso è la lastra di vetro ad essere trattata attraverso l’applicazione, sul retro o con tecnica “a sandwich”, di decorazioni ottenute tramite consolidate tecniche di stampa che restituiscono immagini estremamente definite.


Completa le proposte dell’Azienda l’attività di decorazione su legno, un processo che si concretizza attraverso l’incisione delle essenze ad opera di Artigiani che, con perizia e manualità tipiche di un’ebanisteria contemporanea, realizzano per il Cliente una serie di decori personalizzati su qualsiasi supporto ligneo e per qualsiasi funzione.
Attenzione per la provenienza dei materiali, utilizzo di tecnologie poco invasive ed eticamente corrette in un’ottica di sostenibilità ambientale caratterizzano la filosofia di Mille997 e questa scelta arriva chiara sin dall’inizio della nostra chiacchierata con Francesco Govi che ha posto subito, sul tavolo virtuale che ci univa da una parte e l’altra dello schermo, le questioni urgenti che caratterizzano la nostra contemporaneità.
Eppure un punto interrogativo sembrava galleggiare nell’aria: quello che non abbiamo subito afferrato è come un ragazzo, poco meno che venticinquenne, da Sassuolo, capitale incontrastata delle “piastrelle in ceramica” prodotte con la polvere d’argilla delle cave appenniniche, abbia scelto come filo conduttore per la sua Azienda materiali quali le pietre e i marmi che sembrerebbero lontani non solo geograficamente ma anche da un certo “gusto giovanile”.

 

Ce lo spiega direttamente lui, con quel contagioso entusiasmo che ha fatto da sottofondo a tutta la conversazione: Sono cresciuto vedendo mia mamma progettare decori per ceramiche e mi sono appassionato a queste immagini, alla grafica e alle texture che ho unito alla passione personale per i materiali naturali. Da qui ad amare il marmo il passo è stato breve, direi proprio “naturale”.  
Un particolare curioso: con gli “avanzi” di carte da parati di propria produzione Mille997 ha realizzato dei gadget per i clienti o potenziali tali, buste contenenti varie tipologie di semi da interrare.
Al di là del messaggio ecologista che, ancora una volta arriva forte e chiaro, la frase di accompagnamento
“Chi semina raccoglie” la dice lunga anche sulla consapevolezza che il giovane team di lavoro dimostra di avere circa le energie da mettere in campo, altrettanto indispensabili per il raccolto di buoni frutti: la “cura” della propria immagine attraverso la “coltivazione” della propria professionalità che viene messa totalmente a disposizione del Cliente.
Infatti Mille997 si propone, oltre che con i propri prodotti a catalogo, anche come partner per lo studio e la realizzazione di soluzioni personalizzate su progetti propri o di professionisti esterni al team, appartenenti al mondo dell’interior residenziale e del contract.
Uno dei prossimi appuntamenti sarà la presentazione di nuove collezioni nell’ambito degli eventi milanesi del Fuorisalone dell’aprile 2022: bollono in pentola collaborazioni prestigiose ma Francesco, nonostante le nostre velate e simpatiche minacce di ritorsione per avere qualche anticipazione, non ci ha voluto svelare nulla: “Lo faccio solo per scaramanzia, non ho niente di definitivo ancora sottomano per potermi sbilanciare”.
Non sappiamo se credergli o meno, in ogni caso lo perdoniamo anche solo per quello sguardo positivo ed energico che ha lanciato sul futuro e che ha voluto condividere con noi.

 


s f o g l i a l a g a l l e r i a


a cura di
Annamaria Cassani

guest
Mille997
mail: info@mille997.com

immagini
archivio Mille997

 

 

 

 

close
folderonline antracite

Hey, ciao 👋
Piacere di conoscerti.

Iscriviti per ricevere contenuti fantastici nella tua casella di posta, ogni settimana.

Accetta i termini sulla privacy *

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.